Antonio Proietti nasce a Tivoli nel 1982.
La sua esperienza artistica iniziò molto presto quando all’ età di 12 anni incontrò uno degli artisti più noti e riconosciuti nel campo dell’arte sacra, l’accademico pontificio Rodolfo Papa. Un apprendistato di quasi dieci anni all’interno dello studio dell’artista romano, dove Proietti poté sperimentare la teoria del disegno rinascimentale e le antiche pratiche della pittura ad olio.

Dieci anni di duro lavoro, imparando a costruire tele e preparare colori attraverso miscele particolari, furono importanti per il bagaglio culturale che Proietti stava acquisendo.

Nel 2006 la svolta: l’artista iniziò ad interessarsi al tatuaggio, un’arte diversa dal suo precedente mondo, ma che sembrano avere una strana alchimia che li unisce. Grazie alla conoscenza artistica di Antonio Proietti, nel saper governare ogni mezzo artistico (dal pennello, alla matita, all’aerografo) la sua curiosità lo portò a capire come un ago poteva dipingere sulla pelle.
Da li comincia la sua carriera artistica nel mondo del tattoo, e oggi è riconosciuto come uno dei più bravi artisti Italiani nello stile realistico.

Segui Antonio sui Social: